Blog

Come fare per richiedere un dipinto personalizzato?

 Finalmente, dopo un lungo periodo di pausa e dopo aver dovuto, a malincuore, rifiutare moltissime richieste, ho finalmente deciso come lavorerò d'ora in avanti per quanto riguarda i miei dipinti personalizzati.

 

Non è mai stato un mistero, fin dal momento in cui ho ricevuto la prima richiesta alcuni anni fa, che le uniche due cose fondamentali per me fossero:

 

1) Non dover togliere tempo prezioso alla mia famiglia e ai miei figli per dipingere ("lavorare" è un termine che non amo, in quanto mi pare tolga valore a ciò che faccio e che amo fare).

2) Non dipingere per forza, contro voglia, di fretta e non farlo se non sento che è il momento perfetto per quella precisa tela.

 

In passato ho già sperimentato come avere una "lista di attesa", e aver promesso qualcosa a qualcuno, mi crei ansia... oltre a togliermi il piacere di fare quello che faccio, sentendomi mossa unicamente dall'ispirazione del momento e dalla mia passione.  Decine e decine di nomi con misure di tele che mi osservavano dalla mia agenda riuscivano a togliermi il piacere di prendere in mano i penneli e iniziare a dedicarmi ad una tela.

 

Se c'è una cosa che ho imparato in questi anni è che così come posso iniziare e finire una tela enorme in pochi giorni quando sono ispirata e riesco a cogliere l'attimo, allo stesso modo vi sono periodi in cui non riuscirei a mettermi nemmeno su di un ciondolo di 6 cm quadrati, se manca ispirazione e serenità.

 

Quindi, tutta questa premessa per dire cosa?

Che d'ora in avanti non prenderò più ordini su richiesta, ma sarà possibile per ognuna di voi manifestare il proprio interesse di lavorare con me compilando questo Google Form; in questa maniera sarò io, in base alla mia disponibilità, all'ispirazione e alle possibilità del momento, a scegliere quando, chi e cosa dipingere. Ho incluso nel modulo una parte finale relativa a "richieste particolari", per lasciarvi libertà di inserire o chiedere qualcosa in più qualora le domande del modulo non dovessero bastare per comunicarmi ciò che volete.

 

Per qualsiasi altra domanda (che non sia "prendi ordini?") potete sempre scrivere un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

So bene che non è quello che tant* di voi speravano. Ma ora che posso finlmente tornare a dedicarmi a tela e pennelli, anche per Voi, sento di poterlo fare solamente avendo la libertà di assecondare ciò che la Vita mi offre, giorno per giorno.

Perchè da quando è nata la mia cucciola è un po' cosi che vivo: alla giornata, prendendo ciò che viene e sfruttandolo come posso, e facendo ben pochi programmi, in quanto le variabili con quattro figli di cui vedere (per la maggiordel tempo da sola), sono troppe per prendere impegni e fare promesse. E come ho sempre detto, e molt* di Voi hanno sempre dimostrato di comprendere, la mia famiglia viene prima di qualsiasi altra cosa... insieme a me stessa, chiaramente.

 

 

 

A chi, con amore e dedizione, sostiene la Vita

E’ con immensa gioia che voglio condividere con voi la nascita di “Blessed”. Un’opera che, con tutto il cuore, voglio dedicare a chi (oltre a mio marito e ai miei figli) mi ha sostenuta, sia nella luce che nell’oscurità, attraverso una gravidanza difficile e impegnativa, fino al momento del culmine massimo,

Io ti porterò, sempre

Prima ancora che tu fossi concepito,
ho portato una parte di te nella mia anima.
Quando incontrai tuo padre, guardai nei suoi occhi e vidi l'altra parte di te.
Prima ancora che tu nascessi, ti ho portato nel mio grembo.
Quando eri stanco cantavo per te e cercavo di consolarti dicendoti quanto ti amassi.
Quando sei nato, ti ho portato tra le mie braccia.
Ti baciavo e stringevo al mio petto, di modo che tu sapessi che c'era luce e bontà e calore in questo mondo.
Più tardi, ti ho avvolto in fascia e ti ho portato stretto vicino al mio cuore.
Ti stringevo affinché tu potessi sentire che il mio cuore batteva proprio come il tuo; che eravamo una cosa sola, tu ed io
e che non avresti mai dovuto piangere sentendoti solo.
Dopo un po' di tempo, ti ho portato sulla mia schiena,
cosicché tu potessi guardare al mondo con fiducia e gioia sapendo di appartenervi;
cosicché tu potessi condividere tutta la bellezza del mondo
come un Essere al pari di tutte le altre ccreature che lo popolano.

Ora, ancora più tardi, ti portoquando sei stanco e spaventato.
Cosicché tu sappia che, al di là di quanto stanco tu sia o di ciò che la vita ha in serbo per te, puoi sempre contare sul sostegno e sull'appoggio degli altri.
E quando crescerai, piccolo mio, e le tue avventure ti porteranno lontano dalle mie braccia, sappi che anche nella mia ultima ora io ti porterò

Ti porterò nel mio cuore, perché tu sei sempre con me.
Io ti porterò, sempre.

(testo inglese originale di Christine McGuire)
Traduzione in italiano di Eleonora Manfroni
Dipinto originale Sista's Art The Best Place Ever)

[Sentitevi liber* di condividere, ma per cortesia non dimenticate di menzionare né l'autrice  né la traduttrice. Grazie ]

 

 

 

Pagina 1 di 2